A otto anni inizio a studiare il pianoforte con Vittoria Fabiano, a dodici anni la chitarra con Sandro Morassutti.

Appena riesco a ‘cavarmela’ costituisco il gruppo beat ‘I Molletti’ e saltuariamente sostituisco il bassista di una band professionale ’The Messengers’ fino alla fine del Liceo Classico.

Arrivano le prime esperienze jazz in trio con Paolo Bordini ed Andrea Centazzo, e la realizzazione dei miei primi arrangiamenti per i cantautori ‘Frizzi Comini Tonazzi’.

Con questi due gruppi, realizzo una decina di LP per case discografiche importanti come la P.D.U. e la C.G.D. di Milano, e la benemerita A.V.F. del friulano Checco Comelli.


In modo diligente ma poco convinto, sostengo tutti i 23 esami della Facoltà di Giurisprudenza e, contemporaneamente, ottengo il diploma in Contrabbasso presso il Conservatorio ‘Tartini’ di Trieste.

Le prime esperienze orchestrali avvengono con la Banda cittadina di Udine, che per il repertorio operistico aggiunge al suo organico di fiati anche i contrabbassi, e con l’orchestra da camera diretta da Plinio De Anna.

Successivamente entro a far parte della Piccola Orchestra Veneta, diretta da Nino Gardi, che riunisce ottimi giovani musicisti del Veneto e del Friuli-Venezia Giulia, e con la quale vivo  le mie prime trasferte in tutta Italia.


Il terremoto friulano del 1976 mi suggerisce di trasformare il servizio militare in servizio civile nel corpo del Vigili del Fuoco (con assegnazione presso la Pretura di Udine) e, dopo aver assaporato ‘sul campo’ la vita giuridica, decido di rimandare l’ultimo sforzo, cioè la laurea (…che poi, per dedicarmi solo alla Musica, non mi verrà più voglia di affrontare).


Mi trasferisco a Milano, ospite ‘ad libitum’ del compagno di liceo Guglielmo Delser (che già lavorava nella metropoli come ingegnere) e, in breve, l'opportunità di suonare come professionista si concretizza in vari ambiti.

…insegnamento alla Nuova Milano Musica di Adelmo Agostini (con colleghi della RAI, quali Ettore Righello, Emilio Soana, Paolo Tomelleri, Nando De Luca, Piero Pollone)

…turni in sala di registrazione (per l’agenzia Berlendis) che mi portano a suonare per Eugenio Bennato, Enzo Jannacci, Toto Cotugno, Marcella Bella, Mino Reitano, Drupi, Don Costa, Augusto Martelli, Del Newman, Fabrizio De Andrè, Victor Bach, Celso Valli, ed altri

… moltissimi concerti jazz e varie pubblicazioni di LP con il trio di Gaetano Liguori, il quartetto di Toni Rusconi, il trio con Guido Mazzon e Filippo Monico.


“Come? Sei diplomato e non hai fatto domanda di supplenza presso i Conservatori?” - è questo il consiglio della flautista Luisa Sello, che generosamente mi spiega bene come procedere.

…prime supplenze annuali nei Conservatori di Brescia e di Mantova e quattro anni dopo, con grande giubilo, ottengo una delle undici cattedre messe a concorso nazionale per l’insegnamento del contrabbasso. Prima sede di ruolo a Cosenza, poi a Cuneo dove insegnerò per xxx anni,  successivamente ad Alessandria per altri quattro, ed infine undici anni a Udine (mia città natale).


Ritornando al 'periodo musicale milanese', comincio ad abbandonare la musica leggera per dedicarmi esclusivamente alla classica. Con l’Orchestra Sinfonica di Brescia e Bergamo diretta dal maestro Agostino Orizio, con I Pomeriggi Musicali di Milano e con l’Orchestra da Camera di Mantova ho l’opportunità di  accompagnare solisti di fama, quali Uto Ughi, Mstislav Rostropovic, Misha Maisky, Alexander Lonquich, Gerhard Oppitz, Severino Gazzelloni, Salvatore Accardo, Maxence Larrieux, ed altri.

Poi mi appassiono alla musica contemporanea ed entro a far parte dei più celebri ed attivi gruppi del settore:

…l’Ensemble di Giuseppe Garbarino, con il quale accompagno solisti internazionali quali xxx Kabaivanska, Liliana Poli, Sigfried Palm, ed altri

...il Divertimento Ensemble di Sandro Gorli, con il quale (oltre a numerosissimi concerti) partecipo a varie edizioni dei Corsi di Direzione per la musica contemporanea

...il xxx di Giuseppe Grazioli, con il quale incido tre CD sulla musica da camera del '900

...l'ensemble contemporaneo della Scuola Civica di Milano di Emilio Pomarico, con il quale eseguo un centinaio di 'prime opere' di esordienti compositori

...il Tactus Ensemble di Renato Rivolta, con il quale partecipo al Festiva di musica contemporanea di Huddersfield  (Gran Bretagna)

Sentieri Selvaggi di Carlo Boccadoro,

...l'orchestra della RAI di Torino, che mi convoca come basso elettrico in varie produzioni di autori contemporanei


Dopo vari concerti con l'Orchestra Filarmonica di Torino, su invito di alcuni suoi componenti, faccio parte della formazione orchestrale che accompagna tutti gli artisti ospiti del "Pavarotti and Friends", e mi ritrovo  a suonare alle spalle di Lionel Richie, Joe Cocker, Zucchero, Laura Pausini, ed altre star oltre allo strepitoso 'Luciano' nell'evento di beneficienza che nel Parco delle Scuderie di Modena (con trasmissione in eurovisione) aveva radunato più di 8000 spettatori.


Grazie ad un gemellaggio tra la città di Asti e la contea di Halland (Svezia) per due anni collaboro con il gruppo rock progressive Isildurs Bane. Compagni di questa avventura - che ci porta ad un tour di una trentina di concerti, alla registrazione di un CD e a varie trasmissioni radiofoniche - il trombettista Luca Calabrese e il chitarrista Christian Saggese.


"Puoi sostituirmi nel gruppo del pianista Ludovico Einaudi?" - è l'offerta che mi arriva dall'amico (ottimo contrabbassista) Stefano Dall'Ora.

Ovviamente accetto e per tre anni anni faccio parte del sestetto d'archi Divenire del celebre pianista, in tour nei migliori teatri europei: Londra (Royal Albert Hall e Barbican Centre), LIverpool, Manchester, Dublino, Edimburgo, Cambridge, Parigi,, Stoccarda, Amburgo, Norimberga, Roma (Auditorium della Musica), Milano (Piccola Scala e Teatro xxx Arcimboldi), Firenze, Torino, Bologna, Napoli, ed altre città, ...con incisione di vari CD live e in studio.


Decido di rientrare 'in patria' (in Friuli), e mi ritrovo a collaborare:

...in duo con Claudio Cojaniz, poliedrico pianista jazz con il quale, oltre a numerosi concerti, incido due CD per la qualificata etichetta Caligola di Claudio Donà.

...con Barbara Errico, a cui dedico due arrangiamenti per quartetto d'archi, inseriti nel suo CD xxx, remake di canzoni di Lelio Luttazzi

...con l'Orchestra da Camera del Friuli Venezia Giulia, diretta da Romolo Gessi - coinvolgente ottimi musicisti assai più giovani di me - e attiva anche in Austria e Slovenia.


Infine costituisco il Dance Opera Duo: danza contemporanea e contrabbasso. La ballerina Ilaria Armellini esegue con assoluta precisione le musiche da me composte, ed io mi attengo alle entusiasmanti indicazioni della coreografa Flavia Romano. E' il duo al quale vorrei dedicarmi (quasi esclusivamente) nei prossimi anni, per approfondire la composizione per 'contrabbasso solo' e le sue interazioni con l'elettronica live.


Tra un concerto e l'altro, ho sempre continuato a studiare le novità tecnologiche riguardanti gli strumenti elettronici ed i software musicali. Con questi mezzi, a tutt'oggi, posso dire di avere composto più di cinquanta colonne sonore per teatro, balletto e cortometraggi, di cui riporto l’elenco in altra pagina di questo sito.


Concludo questo 'riassunto di vita’, nominando alcuni musicisti di prestigio, con i quali mi è capitato di condividere (purtroppo!) soltanto un concerto o una sessione in sala di registrazione.

Con la loro lealtà, simpatia ed impegno artistico, seppur in brevi occasioni o con poche parole, hanno contribuito non poco a sostenere ed indirizzare la mia carriera. In questo senso sono onorato di aver potuto suonare con: ///

(…presto farò i nomi, pescando bene nella mia memoria :-)

Sto aggiornando la pagina... a presto!